venerdì 20 maggio 2016

Oggi vi racconto.. Gente di Alan Bennett



Alan Bennett, scrittore ed attore inglese, ha esordito nel 1960 con lo spettacolo Beyond the Fringe. Nel 1966, invece, pubblica la prima commedia titolata La pazzia di Re Giorgio

Gente prende posto in scena nel 2012, andando in scena nell'autunno dello stesso anno al National Theatre di Londra. In Italia arriva nel 2015, nella sezione teatrale della letteratura inglese con la casa editrice Adelphi.
Racconta la vicenda di tre eccentriche signore alle prese con una vecchia abitazione di campagna, la residenza Stacpoole - dal cognome della famiglia -. Questa non è una casa qualunque, bensì fa da dimora a tante reliquie storiche importanti. E' un dettaglio importante, che potrebbe determinarne il destino. 
Come scrisse nell'introduzione, Gente nasce da un disagio, un fastidio sorto durante una sua visita ad una delle tante dimore del National Trust: apparivano come musei di foto belle in vista di una famiglia sorridente, tavoli sontuosi, letti a baldacchino. Tutto era spiato da occhi irriverenti di ospiti non graditi. Appare chiaro come a venir meno sia un tratto fondamentale della vita umana: la libertà, la privacy di essere ciò che si è senza intromissione esterna. 

Opera teatrale di pressapoco 100 pagine è sicuramente un ottimo mezzo per dilettarsi in qualche ora di relax. 

Gli sguardi cambieranno questa casa. Gli sguardi alterano. Sempre.

Nessun commento:

Posta un commento